Siamo solo di passaggio e mai nessuno che pulisce

Tag: envelope

Centosessantesimo

Ogni ricordo ha una sua rilevanza nella propria segreta scala emozionale. Spesso si è convinti di poter prevedere, o attraversare una determinata ricorrenza ormai consapevoli degli effetti: per quanto mi riguarda non c’è errore più grande. Ogni volta posso solo fare finta, per tutta la giornata, che sia tutto uguale. E quanto sia diverso è una consapevolezza che voglio tenere segreta.

Centocinquantaquattresimo

Fra un po’ di ore sarò seduto su un treno. Guarderò probabilmente con curiosità tutti i passeggeri sistemarsi al loro posto prima della partenza. Altrettanto probabilmente mi dovrò alzare per fare spazio a chi si siederà nel posto accanto.

Centoquarantottesimo

Centotrentaduesimo

Cosa succede se il mio angelo fu donna?

Cosa succede se il mio angelo fu mamma?

La frase divertente e cinica ficcatevela nel culo, perché penso di averla ben più rovente di quella che vi si sta impastando fra le pieghe della lingua.
La mia citazione per te, realizzo, è una citazione di te.
Buon quattro giugno al resto del mondo, che non vuol dire nulla.

E’ il quattro giugno per noi, che vuol dire abbastanza.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén