Sessantasettesimo

Altre origini: le fonti di un’idea. Passo III.

Essere pessimisti circa le cose del mondo e la vita in generale è un pleonasmo, ossia anticipare quello che accadrà.

Fra 30 anni l’Italia non sarà come l’avranno fatta i governi, ma come l’avrà fatta la tv.

Io non sono comunista perché non me lo posso permettere.

La castità è il miraggio degli osceni.

Parlare d’amore è solo fare dei pettegolezzi intorno a un mistero.

I grandi amori si annunciano in un modo preciso, appena la vedi dici: chi è questa stronza?

Ci sono molti modi di arrivare, il migliore è di non partire.

Gli italiani sono sempre pronti a correre in soccorso dei vincitori.

La pubblicità unisce sempre l’inutile al dilettevole.

Il vero psicanalista delle donne è il loro parrucchiere.

Anche il progresso, diventato vecchio e saggio, votò contro.

L’insuccesso mi ha dato alla testa.

Amore? Forse col tempo, conoscendoci peggio.

Il traffico ha reso impossibile l’adulterio nelle ore di punta.

Coraggio, il meglio e’ passato.

Mia moglie fa una terapia contro le vene vanitose.

Come tutte le mattine si alzò, si guardò allo specchio e si vide bruttissima: ci mise un’ora a farsi brutta.

Questo popolo di santi, di poeti, di navigatori, di nipoti, di cognati…

In amore bisogna essere senza scrupoli, non rispettare nessuno. All’occorrenza essere capaci di andare a letto con la propria moglie.

Se lei si spiega con un esempio non capisco più nulla.

Uccide la suocera scambiandola per la moglie.

Decise di cambiar vita, di approfittare delle ore del mattino. Si levò alle sei, fece la doccia, si rase, si vestì, gustò la colazione, fumò un paio di sigarette, si mise al tavolo di lavoro e si svegliò a mezzogiorno.

Ci lascerà un vuoto colmabile.

Cosa fareste se scopriste che l’amante di vostra moglie la tradisce con un’altra?

L’unico modo di trattare una donna alla pari è desiderarla come uomo.

Un libro sogna. Il libro è l’unico oggetto inanimato che possa avere sogni.

La stupidità degli altri mi affascina, ma preferisco la mia.

Sognatore è un uomo coi piedi fortemente appoggiati sulle nuvole.

Giorni indimenticabili della vita di un uomo sono cinque o sei in tutto. Gli altri fanno volume.

Oggi il cretino è pieno di idee.

“E vissero tutti infelici e scontenti.” Così, per non ingannare il suo bambino termina le favole.

Il calabrone entra nella stanza illuminata, va a battere velocemente contro la lampada, le pareti, i mobili.
Rumore secco delle sue zuccate. Dopo un po’ si acquatta per riprendere le forze. Ricomincia contro la lampada, le pareti, i vetri, e daccapo contro la lampada.
Infine cade sul tavolo, zampe all’aria, la mattina dopo è secco, leggero, morto. Non ha capito niente, ma non si può dire che non abbia tentato.

La civiltà del benessere porta con sé proprio l’infelicità.

L’avarizia è la forma più sensuale di castità.

L’arte è un investimento di capitali, la cultura un alibi.

A vent’anni si tenta la poesia, a cinquanta si pensa che bisognava insistere.

Oggi il cretino è sempre più specializzato.

Chi rifiuta il sogno, deve masturbarsi con la realtà.

Il mio gatto fa quello che vorrei fare, con meno letteratura.

Nelle mie storie d’amore una volta il rimorso mi seguiva, ora mi precede.

Io non compro quadri astratti, me li faccio da me.

Ennio Flaiano.

http://filcusum.files.wordpress.com/2009/06/flaiano-sorride.jpg

Lascia il primo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.