Ottantesimo

No, non era Mario Biondi. Era Leonard Cohen.

Lentamente affiorano ricordi che avevo sopito per non so quale insulso castigo e trovo terapeutico il dialogo spolverante memoria passata.

E’ come se trovassi di volta in volta un pezzettino di una mia identità imprigionata da tempo, e tu inconsapevole a darmi indizi.

Ed allora ecco, non ho voglia né tempo per scrivere, ma ne ho per mettere qui due canzoni che apprezzo tantissimo.

La prima é la mia preferita di sempre, la seconda é un po’ più famosa, usata come canzone di chiusura di Natural Born Killers, film che ha vagamente segnato la mia adolescenza.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.