Centosessantunesimo

La prima volta 2013

Ogni anno c’è la ricorrenza del primo incontro stagionale con il blu in movimento. E stavolta è capitato ridosso al mio natale. Ridosso ad un weekend che mi ha visto prendere l’indispensabile e cacciarlo a forza dentro lo zaino, per catapultarmi in un ambiente finalmente familiare, distensivo: il personale abbandono ai ritmi caotici di una settimana normalmente feroce.

La giornata più luminosa è stata, stavolta, l’incipit perfetto alle sinfonie di odori salmastri, di frutti tropicali, di creme solari. L’attacco sincronizzato di questa stagione che è la più imprevedibile, la più colorata, la più attesa, almeno per il sottoscritto.
Ed anche se sarà differentemente uguale, o ugualmente diversa dalle precedenti, non-me-ne-può-fregare-di-meno: semplicemente ne avevo bisogno.

20130622-181446.jpg

5 commenti su “Centosessantunesimo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.