Centoventesimo

Cara, carissima Santa Lucia,
come ogni anno non posso mancare a mandarti una mia, che tu voglia prenderla in considerazione o meno. Basta che poi non mi denunci per stalking che ora è diventato un reato serio.
Per questo anno, a dire il vero, avrei delle richieste un po’ particolari da farti, percui cerco di farti un elenco esplicativo nella profonda speranza di un tuo intervento magico e, insomma, quelle robe lì che solo tu e Santa Claus sapete fare.

Per Santa Lucia del duemila10 vorrei chiederti qualcosa di un po’ meno materiale. Non sono regali o speranze sul comportamento del prossimo o cose del genere: ho capito che in quel caso funzionano meglio le parolacce.
Quello che ti chiedo è ancora più forza e più energia per fare le cose: ho bisogno di tramutare le 24 ore quotidiane come fossero 30. Vorrei chiederti un’idea giusta ed il momento adatto. Vorrei chiederti di far volgere gli eventi ad un qualcosa di positivo. Vorrei l’ottimismo perfetto nel superare gli ostacoli. Lo slancio già sai che ce lo metto.
Vorrei più concentrazione nello spazio di un qualcosa che mi faccia mettere da parte tutto e tutti, dandomi modo di arrivare esattamente dove volevo.
Vorrei, per una volta, la soddisfazione di un qualcosa portato a termine. Su questo so di essere un lagnone, ma davvero, nulla di quanto fatto è mai riuscito a soddisfarmi al 100 percento. Io mi accontenterei anche di un 88, piuttosto di quel freddo 73 (sì, c’ho ragionato su) percento di soddisfazione che provo di solito.

Vorrei l’orgoglio per la stessa cosa portata a termine e vorrei che qualcuno da lassù provi soddisfazione per il punto in cui sono arrivato.
Santa Lucia, non voglio la strada in discesa o un passaggio da qualcuno, che la strada sia tortuosa e ripida e bloccata, in quello c’ha pensato altra gente a darmi le capacità d’affrontarle. Ti chiedo solo di farm trovare un angolo segreto e meraviglioso dall’altra parte, fatto del posto giusto e del momento giusto.

Che poi chissà, tanto preso da tutte queste cose che l’effetto domino seguente, magari mi porta a sistemare davvero quasi tutto.

Con il timore di vederti stanotte (niente cenere negli occhi, ti prego!), con il timoroso fascino di sempre, e tutto il mio affetto,

Nicola.

2 commenti su “Centoventesimo”

  1. Bhe … che ti ha portato Santa Lucia ?

    Ti immagino già fra il niente e il nulla, ma felice di essere lì !!!

    Ti auguro tutto il meglio di tutto cio’ che desideri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.